Vicario para (quasi) tutto; in avanti manca il guizzo: le pagelle rossoblù

I nostri giudizi sul Cagliari, sconfitto a Milano dall'Inter

pubblicato il 11/04/2021 in Il Borsino Rossoblù da Marco Zucca
Condividi su:
Marco Zucca
2020

Vicario: 7. Esordio di prestigio per il portiere che si oppone quasi su tutto. Effettua una grande parata sul destro di Eriksen. Poi ottimi interventi su Sanchez, Darmian, Sensi Eriksen e Lukaku. Salvato dalla traversa sul colpo di testa di De Vrij, crolla sotto il colpo di Darmian.

Rugani: 6. Gioca d’anticipo senza imprecisioni (Dall’84’ Simeone: s.v.).

Godin: 6. Non commette particolari sbavature. Il reparto difensivo, da lui guidato, è organizzato.

Carboni: 6. Sale con costanza e controlla bene Lukaku e Darmian, prima che quest'ultimo passi a sinistra; sovrastato da De Vrij che scheggia la traversa, viene superato da uno straripante Hakimi mentre controllava Lukaku nell’azione dell’1-0. 

Zappa: 5.5. Non affonda troppo e gioca con ordine, anche se non ha personalità. Dimentica Darmian che indisturbato porta in vantaggio i suoi, ma non era per nulla facile affrontare una partita del genere (Dal 91’ Pereiro: s.v.).

Marin: 5.5. Si propone in avanti, abbinando qualità nelle due fasi. Qualche errore nei passaggi semplici che ne inficia il giudizio.

Nainggolan: 6.5. Prezioso nella chiusura, prova il tiro e impensierisce Handanovic. Il più in palla dei suoi sulla linea mediana, all’ultimo respiro merita il giallo per un intervento su Lukaku lanciato in contropiede.

Duncan: 5.5. Bravo nella pressione ma talvolta ingenuo con errori grossolani che fanno ripartire gli avversari (Dal 71’ Asamoah: 5.5. Troppo lento, effettua alcuni cross scontati).

Nandez: 6. Fa tanto movimento, anche se nella corsia non prediletta, difende e sale con costanza.

Joao Pedro: 5. Si nasconde dietro le maglie avversarie; nel finale si trova al limite dell’area ma invece di tirare sceglie un assist inutile, sinonimo di troppa paura dettata probabilmente dalla posizione in classifica.

Pavoletti: 5.5. Fa bene a sportellate ma difetta talvolta fondamentali. Al 90’ ci prova di testa impegnando Handanovic ma Pairetto fischia il fallo (Dal 91’ Cerri: s.v.).

Semplici: 5.5. Schiera una squadra diligente, che mira più alla copertura che alla proposizione. Tanto possesso palla ma come al solito i suoi escono allo scoperto solo dopo aver subìto il vantaggio. In ogni caso occorre sottolineare la prestazione, di fronte alla prima della classe.