I più forti di tutti: ecco l'Inter di Conte

Conosciamo meglio i prossimi avversari del Cagliari

pubblicato il 10/04/2021 in Gli Avversari da Luca Neri
Condividi su:
Luca Neri
2019

L'era Juventus è iniziata con Conte e terminerà con Conte. Sembra essere questo il destino del campionato di Serie A, che ha trovato nell'Inter del tecnico leccese la squadra in grado di porre fine al dominio bianconero. Con undici punti di vantaggio a nove giornate dalla chiusura, i nerazzurri sembrano davvero avere le mani sullo scudetto, il loro diciannovesimo. Un titolo che sarebbe oggettivamente strameritato, perché l'Inter ha abbondantemente dimostrato di essere la squadra più forte. L'accelerata decisiva da fine gennaio, quando gli uomini di Conte hanno dato il via ad un filotto interminabile di vittorie, arrivato a dieci con il successo di mercoledì nel recupero contro il Sassuolo: dieci partite vinte in cui l'Inter ha subito solo quattro gol. Proprio questa clamorosa imperforabilità ha reso i nerazzurri una macchina da guerra, una squadra granitica che concede poco e nulla agli avversari, accettando anche di difendere bassi per poi esplodere in transizione grazie a micidiali contropiedisti come Hakimi, Lukaku e Lautaro. Chiave di volta nella stagione, anche la svolta Eriksen, oggetto misterioso sino a gennaio (e con una cessione di fatto annunciata dalla società) per poi diventare, all'improvviso, titolare inamovibile nell'undici di Conte, che in un centrocampo con lui, Brozovic e Barella ha trovato il perfetto equilibrio. L'ex numero 18 del Cagliari, però, domani non sarà in campo, a causa del giallo rimediato proprio nel recupero del match con il Sassuolo, che gli è costato un turno di stop. Una buona notizia per i rossoblù, visto come Barella aveva inciso nella partita d'andata, quando un suo gol e uno di D'Ambrosio (oltre a quello a tempo scaduto di Lukaku) ribaltarono l'iniziale vantaggio firmato Sottil. Fu, di fatto, il segnale di un Cagliari che iniziava a sgretolarsi e che domani, probabilmente, si giocherà un pezzo di salvezza. Contro i più forti.

Probabile formazione (3-5-2): Handanovic; Skriniar, De Vrij, Bastoni; Hakimi, Gagliardini, Brozovic, Eriksen, Ashley Young; Lukaku, Sanchez. All.Conte