Verso la Fiorentina, Semplici: "Vogliamo arrivare all'obiettivo"

"Domani gara difficilissima"

pubblicato il 11/05/2021 in Conferenze Stampa da Michelangelo Corrias (collegato)
Condividi su:
Michelangelo Corrias (collegato)
2021

Vigilia di Cagliari-Fiorentina. I rossoblu arrivano da 5 risultati utili consecutivi, la vittoria contro il Benevento ha messo a posto tante cose ma non è ancora finita, perché domani alla Sardegna Arena arriva la Viola, anche lei a caccia di punti salvezza. Un altro successo potrebbe chiudere ogni discorso se Inzaghi e i suoi, impegnati in casa dell'Atalanta, non dovessero vincere. In quel caso, la matematica trionferebbe.

Alla vigilia del match, il tecnico dei sardi Leonardo Semplici parlerà per le 14:00 in videoconferenza per presentare la gara ai media. Per il nostro giornale sarà collegato Michelangelo Corrias.

Ecco le dichiarazioni del tecnico:

Turnover contro la Fiorentina? Stasera abbiamo la rifinitura e faremo di tutto per disputare domani una grande prestazione valuteremo se ci saranno cambi di formazione. I ragazzi sono riusciti a dimostrare quelle che erano le loro motivazioni, sono cambiate molte cose, il nostro è un gran percorso, noi proseguiamo per la nostra strada guardiamo alla partita di domani.

Che gara ci aspettiamo? Volevamo giocarci questo finale nel migliore dei modi, oggi grazie alla mentalità e al carattere ce la giochiamo. Affrontiamo una squadra che sulla carta non deve essere in questa zona, avremo grande rispetto.

Difesa a 3 o a 4? Stiamo preparando alcune situazioni, anche fisiche, da questo dipenderà se giocheremp a 3 o a 4.

Rugani? È un professionista, nelle ultime partite ho fatto scelte diverse ma quando chiamato in causa si è sempre fatto torvare pronto e questa è una grande qualità. Daniele sta dando il massimo.

Se mi aspettavo un percorso cosi? Ho sempre creduto nella salvezza nonostante le difficoltà, però attraverso le qualità dei ragazzi ho risvegliato il fatto di lottare per un obiettivo, di rimediare per l'errore di un compagno, di essere squadra, creando quella mentalità che ci ha fatto arrivare fin qui. I ragazzi hanno dato una scossa alla classifica e alle loro prestazioni.

Analisi della stagione? Per ora sono concentrato a domani, i conti li faremo domani. Pensiamo a domani perché ci potrebbe dare un ulteriore passo in avanti nel nostro obiettivo. Sono fiorentino ma sono anche un professionista, il Cagliari è la mia squadra nel cuore, vogliamo fare una grande prestazione e ottenere punti.

Zappa? Ho fatto le scelte che secondo me erano più consone al momento e alla gara, ci sono molti titolari e ho cercato di dare spazio a tutti, questo è un valore aggiunto per l'allenatore far partecipare all'obiettivo più giocatori possibili, è un aspetto importante sia per Zappa che per altri giocatori. Fa piacere che abbiamo 4 squadre sotto, abbiamo fatto passi importanti ma manca la conclusione, quella di domani sarà difficilissima, abbiamo grande desiderio di fare risultato.

Schema per il gol di Lykogiannis? Abbiamo studiato che loro non mettevano un uomo fuori area, quindi abbiamo messo un tiratore lì, l'abbiamo provato varie volte in allenamento ma non c'era mai riuscito così bene. Dopo il pari abbiamo concesso campo al Benevento e questo non doveva succedere, dovremo cercare di non commettere questi errori nelle prossime partite.

Cagliari-Fiorentina dell'anno scorso? L'anno scorso erano squadre differenti, c'erano dinamiche diverse.

Nainggolan? Mi attendo che Radja possa essere un giocatore importante come sta facendo.

Complimenti di Iachini? Lo ringrazio, i meriti vanno ai calciatori che sono i protagonisti. Anche io gli faccio i complimenti.

Rinascita Pavoletti? Conoscevo le sue caratteristiche, sapevo la sua voglia di ripartire dopo l'infortunio. Ogni allenatore ha le proprie idee, sapevo che poteva essere un giocatore importante per il mio gioco. Così è stato, è diventato uno dei trascinatori di questa rimonta e per questo gli sono grato come a tutti i ragazzi. Ho provato a creare un ambiente positivo al di là delle difficoltà. Pavoletti insieme agli altri ha capito il momento.

Futuro? Non mi piace parlarne, sono concentrato sull'obiettivo, non pensavo di trovare così tante difficoltà all'inizio ma tutti insime con il direttore e i calciatori ci siamo tirati fuori, siamo diventati squadra. Quando sarà il momento se raggiungeremo l'obiettivo parleremo, non c'è nessun tipo di problema.

Sottil? Ha fatto un allenamento a parte con noi, vediamo se nel fine settimana si potrà avvicinare di più ai nostri allenamenti, valuteremo la prossima settimana, è fermo da tanto, deciderà lo staff medico.