Verso l'Inter, Semplici: "Crediamo alla salvezza, nessuna scelta drastica di formazione"

"Vogliamo far bene"

pubblicato il 10/04/2021 in Conferenze Stampa da Michelangelo Corrias
Condividi su:
Michelangelo Corrias
foto: cagliari calcio

Vigilia di Inter-Cagliari. I rossoblu arrivano dal ko contro il Verona e hanno il disperato bisogno di fare risultato per salvarsi. I nerazzurri sono i primi della classe, nonché la squadra più in forma del momento: un punto sarebbe oro colato, perché oltre a smuovere la classifica sarebbe una bella botta di autostima per i sardi.

A un giorno dal match, il tecnico dei sardi Leonardo Semplici parlerà per le 13:30 in videoconferenza per presentare la gara ai media. Per il nostro giornale sarà collegato Michelangelo Corrias.

Si comincia tra 5 minuti.

Ecco il mister, ecco le sue dichiarazioni:

"Fare scelte forti? Niente scelte drastiche ma oculate, sperando ci possano portare una bella prestazione e un risultato positivo. Vicario? Ha vissuto questi giorni molto bene, è l'esordio in Serie A per lui, il ragazzo mi sembra sereno e farà la sua parte.

In questi giorni ci siamo parlati ma ora bisogna far parlare i fatti, bisogna lavorare con ancora più attenzione su quei dettagli in cui dobbiamo migliorare, questa settimana abbiamo cercato di lavorare con più determinazione e voglia. Quello che abbiamo fatto non è sufficiente, bisogna tirare fuori qualcosa in più.

Nainggolan scontento davanti alla difesa? Quando un allenatore fa una scelta la fa in accordo col giocatore, per cui on vedo problematiche. Lui è un ottimo giocatore che sa fare più ruoli, ora sta svolgendo quello. Poco carattere? Magari non si è fatto quello che qualcuno voleva, ma contro il Verona se si guardano le occasioni create, come contro lo Spezia, abbiamo costruito tanto. La squadra cerca di giocare, poi è chiaro che tutto è migliorabile. Bisogna cercare di invertire il trend di queste ultime partite.​

Contro l'Inter ci vuole una grande partita da squadra, ci saranno dei momenti in cui soffriremo e dovremo cercare di controbattere con le qualità di questa squadra, cercando di essere più aggressivi e mettendo in campo le nostre qualità. Ci siamo preparati per una partita del genere, non bisogna aspettarli nella nostra metà campo, bisognerà difendere in una certa maniera e attaccare bene.​

Crisi difesa? Ultimamente abbiamo fatto qualche errore, ma l'unica cosa da fare è continuare a lavorare, indipendentemente da chi gioca, poi io faccio le scelte in base alla settimana di lavoro.​

Mentalità? Sicuramente bisogna migliorare, è un aspetto che bisogna tirare fuori. Noi crediamo alla salvezza, bisogna fare qualcosa di diverso. Il problema di questa squadra è stato questo, alcuni giocatori fanno fatica ad esprimersi, sta a me far tirare fuori più giunta e determinazione. I ragazzi sono i primi a capirlo, ma ora c'è da parlare poco e fare risultato.3-5-2 o 3-4-1-2? Stiamo valutando quest'ultima a partita in corso, non voglio però cambiare molto il modulo base, la base è sempre quella.​

Chi in attacco contro l'Inter? Ho a disposizione attaccanti importanti, a seconda delle partite e della condizione fisica faccio le mie scelte. Bisogna far giocare gli attaccanti con una certa continuità in modo che siano sereni quando arrivano di fronte alla porta. Nandez? Si è allenato a parte tutta la settimana, ora ha recuperato, sta bene e vedremo domani se sarà della partita. Oggi purtroppo abbiamo perso Deiola, ha avuto un risentimento al polpaccio e non ci sarà.

Pensavo di incidere di più in questa squadra, ma penso che nonostante le sconfitte si è vista una squadra che crea tanto e inoltre a livello difensivo si corrono meno rischi eccetto contro la Juve. Nelle ultime due partite i migliori in campo sono stati i portieri avversari, quindi stiamo crescendo nel creare occasioni, purtroppo non siamo riusciti a pareggiare le ultime due quando invece ce lo meritavamo".